Presidenza del Consiglio dei Ministri Logo_rid

Il 15.10.2013 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Ddl. di stabilità per il 2014.
Tra le novità di carattere fiscale si segnalano:
- l’aumento della detrazione IRPEF per i redditi di lavoro dipendente (escluse le pensioni) che vanno da 8.000,00 euro a 55.000,00 euro, secondo un importo che varia in funzione del reddito;
- la possibilità, per società e imprenditori individuali, di rivalutare i beni materiali e immateriali con esclusione degli immobili alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività di impresa, nonché le partecipazioni risultanti dal bilancio d’esercizio in corso al 31.12.2012;
- la possibilità di affrancare i maggiori valori civilistici iscritti sulle partecipazioni di controllo nel bilancio di esercizio dell’avente causa di operazioni straordinarie (fusioni, scissioni, conferimenti di azienda) emersi in conseguenza delle operazioni effettuate a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2012;
- l’incremento dell’aliquota ACE;

- l’obbligo, a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2013, per i contribuenti che, ai sensi dell’art. 17 del DLgs. 241/97, utilizzano in compensazione i crediti relativi alle imposte sui redditi e relative addizionali, alle ritenute alla fonte di cui all’art. 3 del DPR 602/73, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito e all’IRAP, per importi superiori a 15.000,00 euro annui, di richiedere l’apposizione del visto di conformità, di cui all’art. 35 co. 1 lett. a) del citato DLgs., per le singole dichiarazioni dalle quali emerge il credito;
- dal 2014, una deduzione IRAP per i nuovi assunti con contratto a tempo indeterminato.
Novità per le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica
In relazione alla detrazione IRPEF/IRES per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, di cui ai co. 344 – 347 dell’art. 1 della L. 296/2006, è stabilito che l’aliquota sia pari al:
- 55%, per le spese sostenute fino al 5.6.2013;
- 65%, per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 31.12.2014;
- 50%, per le spese sostenute dall’1.1.2015 fino al 31.12.2015.
Per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali, di cui agli artt. 1117 e 1117-bis c.c., oppure per gli interventi che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la suddetta agevolazione è stabilita nella misura del:
- 65%, per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 30.6.2015;
- 50%, per le spese sostenute dall’1.7.2015 al 30.6.2016.
La detrazione IRPEF per interventi volti al recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis del TUIR, invece, nel limite massimo di spesa detraibile pari a 96.000,00 euro per unità immobiliare, è pari al:
- 50%, per le spese sostenute dal 26.6.2012 al 31.12.2014;
- 40%, per le spese sostenute dall’1.1.2015 al 31.12.2015.
Inoltre, per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici (con determinate caratteristiche), la detrazione IRPEF del 50% si applica alle spese sostenute dal 6.6.2013 al 31.12.2014.

Novità in materia di tributi locali
Con il Ddl. in oggetto è istituito, in tutti i Comuni, un tributo sui servizi comunali (“TRISE”), che si articolerà in due componenti:
- la prima, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento svolto in regime di privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientale (TARI);
- la seconda, a fronte della copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni (TASI).
Conseguentemente verrebbe abrogata la TARES introdotta dall’art. 14 del DL 201/2011.
Inoltre, modificando l’art. 13 del DL 201/2011 convertito, viene eliminata l’IMU sull’abitazione principale e relative pertinenze, eccetto quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
[Tratto da Eutekne - La Settimana in Breve n.38 del 18 Ottobre 2013]

 

Tagged with →  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>