E’ stata pubblicata una circolare del Ministero del Lavoro che riepiloga gli orientamenti interpretativi emersi in ordine all’applicazione delle principali novità introdotte dalla Riforma Fornero ( L. 92/2012).
Tra le tipologie contrattuali prese in considerazione, figurano:lavoro
- il contratto a tempo determinato, con particolare attenzione al contratto a termine “acausale”, ossia stipulabile senza la necessaria specificazione delle ragioni giustificative, per una durata non superiore a 12 mesi e non prorogabile;
- il contratto di lavoro intermittente;
- l’apprendistato;
- il lavoro accessorio;
- il contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto.
Vengono, inoltre, forniti alcuni chiarimenti con riguardo al regime di responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore per i debiti retributivi e contributivi, di cui all’art. 29 co. 2 del DLgs. 276/2003, nonché sulla procedura di conciliazione preventiva prescritta in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo.

Per leggere la circolare clicca qui

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>